Acero campestre

 

 

Nome scientifico Acer campestre L. Nome comune Acero campestre, Acero oppio Famiglia Aceraceae

Zona di origine e diffusione Originario dell'Europa, è diffuso spontaneamente in tutta Italia, tranne che in alta montagna e nelle zone più aride della fascia mediterranea.Viene utilizzato per la relizzazione di siepi e rimboschimenti oltre ad essere coltivato come pianta ornamentale.

Dimensione e portamento E' un albero di dimensioni contenute a crescita lenta, la cui chioma ha generalmente forma ovoidale o rotondeggiante; può avere portamento arbustivo-cespuglioso poiché spesso il fusto è ramificato nella parte medio bassa. In genere a maturità raggiunge altezze comprese tra 5 e 9 m, anche se esistono esemplari alti fino a 15 m.

Fusto e corteccia La corteccia è di colore ocra brunastro e liscia negli esemplari giovani, mentre diventa bruno grigiastra con profonde fessurazioni longitudinali e costolature in rilievo negli alberi adulti. I rami talvolta presentano larghe ali sugherose.

Foglie Albero a foglie caduche. La foglia, dotata di un lungo picciolo (3-7 cm), è palmata e presenta 5 lobi, più raramente 3; la pagina superiore è di colore verde scuro, mentre quella inferiore più chiara presenta una fine peluria in prossimità delle nervature. Le dimensioni medie della foglia (lunghezza 6-10 cm, larghezza 5-10 cm) sono decisamente inferiori a quelle dell'acero riccio e dell'acero di monte. In autunno le lamine fogliari assumono una colorazione giallo dorata prima di cadere al suolo.

Fiori I fiori, di colore giallo-verdastro, sono ermafroditi e raggruppati in infiorescenze erette (corimbi) lunghe circa 10 cm. La fioritura avviene da fine aprile all'inizio di maggio in corrispondenza della ripresa vegetativa.

Frutti Samara con ali divergenti a 180°, anche detta disamara o samara doppia.

Note caratteristiche e curiosità In passato era spesso utilizzato nelle vigne come tutore vivo per le viti e ai bordi dei campi per la realizzazione di siepi. Il nome campestre trae origine proprio da questa particolare diffusione negli ambienti rurali.

Nel Parco Nord E' frequentemente presente entro le aree boscate e nelle barriere arbustive presenti nei presi della Montagnetta. L'acero campestre è considerato un'essenza di pregio in quanto rappresentante della flora autoctona.

Indietro