Merlo

 

 

Il Merlo (Turdus merula, Linnaeus 1758) è un uccello della famiglia dei Turdidae.

Descrizione

La specie è caratterizzata da un marcato dimorfismo sessuale: il maschio è lungo fino a 25 centimetri e presenta un piumaggio in genere completamente nero o marrone scuro; il becco, le zampe e il contorno degli occhi sono di un giallo acceso tendente all'arancione mentre la femmina è di colore bruno scuro, con la gola biancastra. Gli esemplari più giovani dei maschi hanno un piumaggio bruno con macchie più scure.

Nutrizione

Il merlo è onnivoro; si ciba principalmente di frutta, bacche e piccoli invertebrati. Il suo habitat naturale è il bosco, ma si adatta a vivere in numerosi ambienti (in pratica, ovunque vi siano le condizioni per nidificare) e non raramente lo si trova anche in aree urbane.

Riproduzione

Il nido, costruito dalla femmina, si trova sui rami degli alberi, fra i cespugli o anche semplicemente in buche nel terreno. La femmina depone le uova (generalmente da 4 a 6) tre volte l'anno, sono di colore azzuro-grigo maculati in modo irregolare con puntini grigi. Il periodo di incubazione va dai quattordici ai quindici giorni ed è principalmente la femmina a covarle anche se di rado collabora anche il maschio per motivazioni forse di natura ambientale.

In genere, i merli vivono in coppie isolate; durante le migrazioni diventano in genere più sociali e possono radunarsi in stormi.

Il Canto

Canto di Turdus merula maschio 
Il suo canto è un fischio puro molto vario, flautato e sempre allegro, è paragonabile ad un verso simile ad uno tciuc-tciuc-tciuc abbastanza basso oppure un sottile tsii o un irritato cie-ciecie, mentre, se allarmato, nel levarsi emette uno stridente ed improvviso chiacchierio che potrebbe spaventare qualsiasi distratto che si addentra nel suo habitat senza far caso alla sua posizione. Inoltre ha la capacità di imparare con facilità qualsiasi motivetto per poi ripeterlo fino alla noia. Quando canta tende a porsi verso la cima di un albero. Il suo canto è da molti ritenuto come uno dei più belli e soprattutto allegri.

Può accadere che in lontananza un altro merlo gli alterni le sue emissioni sonore e che ciascuno dei due canti frasi differenti senza sovrapporsi. Dato che il merlo inizia a cantare circa dalle 3 di mattina, può capitare che nelle città possa risultare molesto.

Distribuzione

Dopo il passero il Merlo è il passeriforme più diffuso in Europa ed in Italia. È diffuso in tutto il territorio europeo ad esclusione della Scandinavia settentrionale. È inoltre presente in Asia, in Africa nord-settentrionale, nelle Canarie e nelle Azzorre. Durante gli inverni si trasferisce dai paesi più settentrionali in quelli più caldi, mentre nelle zone temperate come l'Italia è presente tutto l'anno.

Habitat

Vive generalmente nei boschi con sottobosco, nei frutteti e nei vigneti, ed è comune presso tutte le zone coltivate. Il Merlo dal collare predilige le zone montuose dove si è adattato bene al clima.


Stato di conservazione
Rischio minimo

 

Indietro